giovedì 24 marzo 2011


...Buongiorno mondo...
apro gli occhi, accendo la tv e davanti a me immagini di un altro giorno
di tristezza, di odio, di vuoto...
per quello che sta accadendo intorno a noi, per quello che accadrà
ai nostri figli in futuro...poche parole davanti alle tragedie che si stanno verificando...
...è stato detto tutto...poco c'è da dire davanti a tutto questo...
l'uomo, così perfetto, così evoluto, ora si ritrova a fare i conti con il proprio egoismo...
pace amore e libertà...ideali che ormai fanno parte di un passato che non potrà più tornare...
Una persona cara mi diceva sempre "il progresso è regresso"...


...il mio pensiero e la mia preghiera, va a tutte le persone che per primi hanno pagato con la propria vita,
che per primi hanno cercato la propria libertà a prezzo della propria vita,
a tutte quelle persone innocenti che si sono ritrovate a pagare per quell'egoismo...
la mia preghiera va a tutti i bambini che non hanno avuto modo di guardare il 
proprio futuro, ne di decidere per il proprio futuro...
un  pensiero va anche a tutte quelle persone che si trovano nella sala dei bottoni,
che sentenziano per gli altri, che pensano di poter decidere della sorte degli altri,
persone avvolte dall'egoismo, dalla cattiveria, guidate dalla fame
di potere, di denaro e che non hanno capito che così stanno distruggendo tutto, tutti...
possibile che non hanno un pensiero per le proprie famiglie, per i propri figli...

Vi lascio con la tristezza nel cuore, ma vi auguro comunque un buongiorno,
pensando ancora ad un futuro migliore, ancora ci credo...







4 commenti:

  1. Buongiorno Angeloblu...

    Grazie per essere venuta da me, sopratutto per esserti fermata con le tue deliziose parole! E le parole fermano Te!
    Gli uomini sono da sempre perfetti, ma fanno uso di questa perfezione per rendersi imperfetti, per essere evoluti nell'egoismo, nella malafede, nella violenza. Per questo da sempre continuiamo a pensare cosa accadrà ai nostri figli. E continueremo per sempre a pensare ciò. Continuerà a pensarlo ogni generazione che verrà. Perchè l'uomo da sempre non ha certezza del suo oggi, quindi non potrà mai avere certezza del suo domani. L'uomo è come il mare, entrambi ad un certo punto hanno bisogno di nutrirsi degli uomini. Serve per dimostrare la loro forza. Il loro squallore.
    Mi fermo anch'io ogni sera a pregare affinché al risveglio l'uomo possa essere migliore.
    Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  2. Spesso,troppo spesso attendiamo il futuro,incapaci di reagire al presente.Ho cavalcato per anni il presente per un futuro migliore,risultato finale,calci in faccia.Vivo il presente,mi fa schifo ciò che accade,ma le medaglie appuntate sul petto,rimangono parole che il vento disperde.

    RispondiElimina
  3. Ciao Cosimo e grazie...so che non avendo certezze oggi,il domani è...non so che cos'è... ma ci credo ancora in un cambiamento, credo ancora che il bene prevarrà sul male...un abbraccio a te...

    RispondiElimina
  4. Ciao Oren...capisco quello che dici, cavalcare il presente per un futuro migliore e poi ritrovarsi senza nulla...ora vivo il presente pensando ad un futuro sereno per mio figlio, lui lo merita, è questo in cui credo e vedere il suo futuro segnato mi fa star male...con le medaglie appuntate sul petto cosa volevi dire?non sono sicura di aver capito bene il significato...comunque un saluto a te e felice di trovarti...

    RispondiElimina