lunedì 17 ottobre 2011



...Percorro di nuovo la strada...torno indietro, passo dopo passo...cerco...forse in qualche angolo di quel sentiero ho perso...ho dimenticato...me ne accorgo andando avanti...percorro e scruto in quegli angoli dove un tempo sembrava ci fosse luce, ora vedo che quella luce è spenta...come se qualcuno fosse andato via...se ne sente il vuoto, la mancanza, l'assenza...continuo a camminare fino ad arrivare la dove un tempo le voci danzavano, le sento ancora, ma così lontane, quasi a svanire...il sentiero è così contorto che faccio fatica a camminare...erba incolta lo ricopre, ma non mi fermo, non posso se voglio capire, se voglio comprendere, se voglio trovare...o il mio cercare è solo un'illusione...per colmare  questa  irrequietudine che mi accompagna, sempre, in ogni momento, ovunque...tanta è la fatica, ma il cammino deve andare avanti... ho paura di tornare, paura di vedere l'inizio di quel sentiero  dove tutto cominciò...paura di vedere quello che ha deciso l'andare, ha deciso gli eventi...ma devo andare, devo solo arrivare, chissà che comprenda perchè ora è tutto così.......................